Lo scudo del pianeta: l'Ozonosfera



  • Photo by: Nasa; licence: cc

    Il termine Ozonosfera indica quella parte di stratosfera che circonda la terra tra i 15 e i 50 chilometri di altezza, dove appunto si forma l'ozono atmosferico.
    In questo punto l'ossigeno molecolare viene trasformato in Ozono, ossigeno triatomico, O3, per effetto della radiazione ultravioletta del Sole.

    Photo by: Windy.com; desc: Ozone Layer; licence: cc

    Processo di Formazione

    Colpite dai raggi ultravioletti con lunghezza d’onda inferiore a 240 nanometri, le molecole di ossigeno si spezzano, liberando i due atomi. Ognuno di questi reagisce con le intere molecole di ossigeno, creando l'ozono.

    A loro volta queste molecole di ozono, colpite da radiazioni ultraviolette con lunghezza d’onda tra i 240 e i 300 nanometri, si dissociano, formando di nuovo l'ossigeno molecolare (O2) e un atomo di ossigeno libero (O).

    Questa reazione assorbe l’energia dei raggi ultravioletti e impedisce che raggiungano la superficie terrestre, rendendo così possibile la vita sulla Terra. L’ozonosfera purtroppo però, è minacciata dagli inquinanti, in particolare dai clorofluorocarburi, CFC, che alterano l’equilibrio tra ozono prodotto e ozono eliminato.

    I CFC sono molto comuni e sono contenuti maggiormente all'interno degli impianti refrigeranti dei frigoriferi o addirittura all'interno delle bombolette spray. Le organizzazioni mondiali per la salvaguardia ambientale si stanno impegnando attraverso leggi più restrittive contro l'emanazione di questi gas nell'ambiente in modo tale da far restringere il famoso "buco dell'Ozono".

    desc: Buco dell'Ozono

    Giuliano Merlo

    Da Palermo, Italia. Seguimi su Instagram, Facebook e Twitter



Windyty, S.E. - all rights reserved. Powered by excellent NodeBB
NodeBB & contributors, OSM & contributors, HERE maps
Terms and Conditions     Privacy Policy