Il Parelio, uno dei fenomeni incredibili della Terra



  • Photo: Giuliphoto Visuals; grande Parelio su Palermo; licence: cc

    Sin dall'antichità molte persone hanno osservato questo strano fenomeno nel cielo, descrivendolo come qualcosa di veramente unico, soprannaturale. Stiamo parlando del Parelio.

    Il Parelio non è altro che un fenomeno ottico dovuto alla rifrazione della luce del Sole causato da piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell'atmosfera e che solitamente costituiscono i cirri, cirrostrati.

    Come lo possiamo vedere questo fenomeno?

    Il Parelio appare tipicamente come una macchia luminosa colorata e luminosa, a circa 22° alla sinistra, o alla destra del Sole.

    I cristalli di ghiaccio, responsabili di questo fenomeno, sono di forma esagonale e spessi da 0,5mm a 1mm. I cristalli fungendo da prismi, rifrangono la luce del Sole in molte direzioni. Il fenomeno si chiama rifrazione e dipende dalla lunghezza d'onda, così i pareli hanno la parte interna colorata di rosso e le altre colorate di diversi colori, simili ad un arcobaleno.

    Anche l'altezza del Sole è molto importante perché i cristalli di ghiaccio si allineano in direzione orizzontale, secondo appunto gli effetti del trascinamento aerodinamico.

    Photo: Norbert Rosing; Parelio completo; licence: cc

    Nonostante spesso siano molto meno vividi e più diffusi di quelli mostrati in foto, i pareli sono in realtà piuttosto comuni, ma sfuggono spesso alla vista perché bisogna guardare nella direzione del Sole reale perché si possa individuarli.

    Curiosità storiche

    Già nel I decolo a.C. si parlava di questo fenomeno e molti storici e filosofi come Diodoro Siculo, uno storico greco del I sec. a.C., parlando del monte Ida nella Troade, descrive un antico esempio di parelio nella sua opera Biblioteca Storica:

    "Su questo monte avviene qualcosa di particolare e di straordinario. Al levarsi del Cane sulle vette della cima, a causa della tranquillità dell'aria circostante - la vetta è al di sopra del soffio dei venti - e mentre è ancora notte, si vede il sole levarsi, e non disegna i raggi secondo una figura circolare, ma ha la fiamma suddivisa in molte direzioni, così che si ha l'impressione che molti fuochi tocchino l'orizzonte della terra. Dopo un po' essi si raccolgono in una sola dimensione, fino ad avere un'altezza di tre cubiti. E allora, quando il giorno è già giunto, e la grandezza manifesta del sole è colmata, produce lo stato del giorno."

    Proprio alcuni giorni fa il fenomeno è stato osservato dalla città di Palermo, quando erano presenti i cirrostrati provenienti da una perturbazione.

    Giuliano Merlo

    Da Palermo, Italia. Seguimi su Instagram, Facebook e Twitter



Windyty, S.E. - all rights reserved. Powered by excellent NodeBB
NodeBB & contributors, OSM & contributors, HERE maps
Terms and Conditions     Privacy Policy